A cura di Antonio Anile – 

Ecco dall’estero come ci “vedono” quando si tratta di ricercare un immobile in Italia da comprare

Le “1o regole d’oro prima di acquistare casa in Italia” raccomandate dal quotidiano britannico THE TELEGRAPH

Conoscere le regole fondamentali prima di acquistare un immobile in Italia è uno dei temi più interessanti per chi intende investire qui nel nostro paese.

Volevo rendermi conto su quali fossero le più grandi paure che può avere un potenziale acquirente che vuole investire nel Bel Paese, così nei giorni scorsi mi sono messo a “smanettare sul web” e, simulando di essere un acquirente straniero interessato ad acquistare un immobile in Italia, “atterro” su questo articolo (link dell’articolo) pubblicato da una delle più autorevoli testate giornalistiche britanniche, il The Telegraph, che raccomanda ai suoi lettori “le 10 regole d’oro” per acquistare un immobile in Italia.

L’articolo mi ha colpito per 2 motivi:

  1. anche se è stato pubblicato qualche anno fa (nel 2014) mi rendo conto che è un articolo attualissimo, perché, ancora oggi, incontro molti proprietari che non comprendono quanto sia importante predisporre il tutto alla perfezione se si vuole proporre la vendita del proprio immobile all’estero;
  2. un articolo, redatto da una delle testate giornalistiche più autorevoli del pianeta, in pratica dice le stesse cose che noi raccomandiamo tutti i giorni a chi vuole porre su mercati internazionali (..e non solo) il proprio immobile e che riportiamo nella nostra guida che puoi scaricare gratuitamente (link per scaricare)

L’articolo si apre raccontando la storia di una coppia britannica (con moglie di origine italiana) che ha acquistato un immobile in Italia , e più precisamente nei pressi di Ravenna.
Dal momento in cui hanno sottoscritto la proposta d’acquisto a quando hanno potuto stipulare il rogito notarile sono passati 15 mesi per completare l’acquisto !!!

Perché ?

Sull’immobile sono state rilevate delle anomalie di cui non ne si conosceva l’esistenza, neanche da parte dei proprietari dell’immobile.

Il maggior problema è che in Italia molti immobili sono stati edificati in epoche remote e, per questo motivo, è semplice riscontrare delle anomalie ed abusi che nel tempo non sono stati sanati.

Il The Telegraph, a tal proposito elenca le 10 regole d’oro, appunto, prima di acquistare un immobile in Italia.

Tu che stai vendendo o ti stai accingendo a mettere in vendita il tuo immobile per proporlo su mercati  esteri (…e non solo) non puoi non tener conto di come è necessario agire.

Ecco le 10 regole raccomandate a chi vuole acquistare qui da noi:

  • REGOLA 1  – considerato che le cause legali in Italia in media durano 2.000 giorni (7 anni), prima di impegnarti ad acquistare un immobile, controlla autonomamente tutta la documentazione, indipendentemente da ciò che dichiara il proprietario (anche tramite suoi incaricati) della casa che vuoi acquistare;
  • REGOLA 2 – se viene rilevato un abuso, arrivi all’atto e il notaio non ti permette di rogitare pertanto, blocca l’affare – se ti va bene perdi solo tempo altrimenti ti trovi ad affrontare una causa legale per far valere le tue ragioni (..forse in 7 anni);
  • REGOLA 3 – se sono state riscontrate delle anomalie e devi richiedere un finanziamento per acquistare quell’immobile, sappi che la banca non finanzierà l’acquisto fin tanto che tutta la documentazione non sarà in regola;
  • REGOLA 4 – Dal momento in cui manifesti il tuo interesse per un immobile a quando si stipula un preliminare passano pochi giorni e considerato che al preliminare, in genere, che si stipula subito in pochi gg un preliminare nel quale versi una cospicua somma di denaro come caparra, se sull’immobile esistono delle anomalie di qualsiasi genere (catastali, urbanistiche, ipotecarie, ecc…) potresti trovarti in una brutta situazione e dover affrontare una causa legale con tempi molto lunghi per recuperare i tuoi soldi. Come evitare di trovarsi nelle situazioni riportale nelle prime 4 regole d’oro? Leggi l’articolo nel quale spiego esattamente come giocare d’anticipo, sia che tu sia un venditore che tu sia un acquirente (leggi qui l’articolo);
  • REGOLA 5 – il The Telegraph riporta “mediamente gli agenti immobiliari italiani pubblicano delle pessime foto e non verificano che tutto sia in regola” – devo dire che non ha tutti i torti. Io stesso, quando vengo incaricato da un acquirente per assisterlo nella ricerca del suo immobile e devo collaborare con altri agenti mi chiedo: “..ma come fa questa agenzia a pubblicare questo immobile con delle foto così orrende?” “il proprietario che gli ha affidato la vendita, sa come in che modo viene presentata casa sua?”;
  • REGOLA 6 – per il motivo di cui sopra- sempre il The Telegraph – sconsiglia ai propri lettori di rivolgersi ad agenti immobiliari, per la superficialità col quale propongono in vendita case. Nella nostra guida, a tal proposito, fornisco le linee guida per scegliere l’agente immobiliare;
  •  REGOLA 7 – verificare la situazione del venditore per accertarsi che sia realmente interessato a vendere. Spesso molti proprietari mettono in vendita casa propria, anche in maniera autonoma, giusto per fare un test di mercato e per capire se il proprio immobile può interessare a qualcuno e a quanto può essere venduto, senza, in realtà, essere interessati seriamente a venderlo;
  • REGOLA 8 – verifica il titolo di provenienza dell’immobile che intendi acquistare per capire a quante persone è intestato. Se l’immobile è intestato a 10 persone, è sufficiente che solo una di queste non sia interessata a vendere, e tu avrai perso solo tempo;
  • REGOLA 9 – se acquisti casa con terreno o terreno, ricordati che c’è il diritto di prelazione agraria. Cosa vuol dire? In presenza di un confinante imprenditore agricolo diretto esiste una legge per la quale basterà, a quest’ultimo, pareggiare la tua offerta per acquisire di diritto, lui, l’immobile che a te interessa comprare;
  • REGOLA 10 – pretendi che qualsiasi preventivo che ti venga fatto, sia scritto e ben dettagliato, e ingaggia un bravo geometra o architetto, che ti assista.Pagalo bene e farai il tuo miglior investimento per evitare brutte sorprese.

Ecco 2 motivi del “perché CONSIGLIAMO di redigere subito la relazione tecnica di conformità ”:

  • mettere in condizioni l’acquirente di sottoscrivere un preliminare subito in pochi giorni;
  • evitare che si perda tempo, denaro che si è impiegato per versare la caparra e cause legali inutili che, in Italia, durano anni.

Se vuoi scoprire come sbaragliare la TUA concorrenza, leggi la mia guida (cliccando qui  https://www.namarealestate.it/comprare-casa-in-toscana/ ) oppure chiamaci direttamente e ti diremo cosa è opportuno fare prima di mettersi alla ricerca.

Capisco benissimo che non sia semplice cercare e acquistare un immobile lontano da dove vivi e, come avrai capito, spesso il 90% degli Agenti Immobiliari non ti dirà mai tutta la verità, nascosta dietro l’acquisto di una proprietà.

Clicca sull’immagine dell’E-book e scarica Gratuitamente la tua Guida.

GUARDA IL VIDEO!

Scarica il TUO omaggio!

Seguici sui nostri Social

Iscriviti alla nostra Newsletter

OTTIENI L’ACCESSO GRATUITO A:

  • I nostri Consigli
  • Materiale esclusivo Video e Ebook
  • Anteprime sui nostri contenuti

Cerca nel Blog

Articoli recenti