A cura di Antonio Anile

Perché le agenzie immobiliari non mi chiamano più?

Ti voglio raccontare cosa mi è successo recentemente a proposito di comprare casa alle migliori condizioni possibili.

Come negli articoli precedenti, anche in questo caso, vogliamo aiutarti a comprendere come comprare casa alle migliori condizioni.

Partiamo da un Caso Studio reale, un esempio concreto per entrare subito nel vivo.

L’altro giorno ricevo con piacere la chiamata da parte di Luisa e Carlo, una coppia che risiede in Piemonte e che vuole acquistare un immobile in campagna qui in Toscana.

Luisa e Carlo, hanno l’obiettivo di avviare un business qui in Toscana e l’idea è quella di rilevare una piccola struttura ricettiva che gli consenta anche di avere la possibilità, un domani chissà, di realizzare il loro sogno di trasferirsi qui in Toscana.

Mi contattano perché, da qualche parte sul web hanno letto un nostro articolo nel quale parlo di “chi cura gli interessi dell’acquirente in un acquisto immobiliare” (leggi l’articolo qui) e mi dicono di aver letto la nostra “guida delle cose da sapere, PRIMA di mettersi alla ricerca di una casa da acquistare” (scarica la guida https://www.namarealestate.it/comprare-casa-in-toscana/) e di averla trovata particolarmente illuminante sotto alcuni aspetti.

Luisa e Carlo cercano da tempo ed è già diverse volte che vengono qui in Toscana per visitare gli immobili che di volta in volta le varie agenzie gli propongono, ma spesso riscontrano delle discordanze tra ciò che vedono nella realtà e ciò che invece veniva dichiarato sull’annuncio che avevano visionato da casa loro.

Dopo circa un anno di ricerca comprendono che è necessario, per loro, farsi assistere da un unico referente e nel nostro primo colloquio ci soffermiamo su un aspetto importante del quale loro non ne avevano considerato le conseguenze.

Cosa succede quando un acquirente invia, tramite portale immobiliare, una richiesta di ricevere maggiori informazioni su un immobile specifico ad un’agenzia immobiliare?

Ti faccio un esempio per comprendere meglio:

Supponiamo che Topolino, sì …quello della Walt Disney che vive a Los Angeles, sia interessato a cercare casa qui in Toscana a San Vincenzo e, nelle varie ricerche sui portali, veda un immobile, la cui vendita è gestita dall’ agenzia immobiliare che chiamiamo AGENZIA 1.

Topolino decide di inviare, tramite il form di contatto del portale, una richiesta di ricevere maggiori informazioni su quell’immobile all’AGENZIA 1 appunto.

Cosa succede ora?

  • Per prima cosa l’AGENZIA 1 riceve una e-mail automatica nel quale si dice che Topolino ha richiesto maggiori informazioni su quel determinato immobile. Questa, nel gergo delle agenzie immobiliari si chiama richiesta specifica;
  • L’altra cosa che succede è che tutte le agenzie immobiliari della zona, nel quale è ubicato l’immobile, per il quale Topolino ha richiesto maggiori informazioni e che pubblicano e utilizzano quello stesso portale immobiliare, ricevono un’e-mail automatica nel quale si dice che Topolino cerca casa nella loro zona di competenza. Questa si chiama invece richiesta generica perché l’agenzia che la riceve non è stata contattata direttamente da Topolino;

Fin qui non c’è nulla di male, perché Topolino sa che per la sua ricerca in quella zona può essere contattato anche da altre agenzie oltre che dall’AGENZIA 1.

C’è però un problema – è che uno dei limiti che abbiamo qui in Italia, rispetto all’estero, è che l’agenzia che riceve una semplice chiamata o una mail da un potenziale acquirente, ti considera già suo cliente.
Un po’ come se detenesse, da quel momento in poi, l’esclusiva di quel contatto.

Ogni agenzia che riceve il nuovo nominativo, contatta giustamente Topolino, per sottoporgli delle soluzioni in vendita.

Tra agenzie immobiliari si collabora, ovviamente, e una delle attività supplementari che svolge ogni agente immobiliare, è quella di collaborare con altre agenzie della stessa zona per soddisfare più velocemente la richiesta del potenziale acquirente che sta cercando.

Ti spiego cosa succede quando 2 agenzie collaborano tra di loro

Nel nostro esempio Topolino, che è il cliente acquirente, è seguito dall’AGENZIA 1.
L’AGENZIA 1 contatta l’AGENZIA 2, perché quest’ultima ha in vendita un immobile potenzialmente adatto alle esigenze di Topolino.

Le 2 agenzie a questo punto si impegnano, preventivamente, a richiedere le provvigioni, ognuno, solo dal rispettivo cliente, quindi, in caso di acquisto della casa, la cui vendita è gestita dall’AGENZIA 2, da parte di Topolino, l’AGENZIA 1 percepirà il suo compenso da Topolino e l’AGENZIA 2 invece la percepirà dal suo cliente venditore.

Pertanto l’AGENZIA 1, che ha ricevuto la richiesta specifica di Topolino, chiama l’AGENZIA 2, che invece ha ricevuto una richiesta generica di Topolino, dicendo di avere un cliente interessato ad un immobile da lui gestito.
L’AGENZIA 2 chiederà il nominativo all’AGENZIA 1 per capire se è un potenziale acquirente già conosciuto (è così che si fa tra agenti).
L’AGENZIA 2, che ha ricevuto una richiesta generica col nominativo di Topolino, risponderà di conoscere già quel cliente e quindi non considererà la possibilità di collaborare con l’AGENZIA 1 perché, come detto in precedenza, lo considererà già suo cliente.

A questo punto l’AGENZIA 1 prova a contattare un’altra agenzia ancora, l’AGENZIA 3, ma anche quest’ultima, che ha ricevuto la richiesta generica del Topolino con un’e-mail automatica, risponde all’AGENZIA 1 che non prende in considerazione l’ipotesi di collaborare perché il nominativo del potenziale cliente acquirente è già conosciuto.

In tutto ciò Topolino, che vuole veramente acquistare casa e che quindi dovrebbe essere “l’attore principale”, che tipo di risultato otterrà?

Sarà portato inevitabilmente a ricercare l’immobile con la procedura classica che porta a disperdere un sacco di tempo (ne parlo in questo articolo https://www.namarealestate.it/cercare-casa/ ), perché porta ad avere contatti con tanti agenti immobiliari diversi, ai quali bisogna spiegare ogni volta le stesse cose.

Oltretutto l’agente di turno, col quale entrerà in contatto, una volta che gli avrà sottoposto tutte le soluzioni di cui disporrà, lo contatterà solo quando disporrà di qualche nuova soluzione.
Se avrà esaurito le soluzioni da proporvi, non verrà più chiamato.

Le varie agenzie (AGENZIA 1, AGENZIA 2, AGENZIA 3 …… e tante altre) tratterranno nel proprio database il nominativo di Topolino senza poter comunicare tra di loro, perché tutte crederanno di detenerne una sorta di esclusività.

Proprio per tutti questi motivi Luisa e Carlo hanno realizzato che fino a quel momento avevano agito come Topolino. Avevano perso un sacco di tempo e denaro per gli inutili spostamenti.

Frustrati e ormai demotivati decidono che era arrivato il momento di cambiare il modo di ricercare casa.

Non fare anche TU la fine di Topolino e affidati ad un solo agente per cercare la tua casa dei sogni.

Da dove partire?

Scaricati gratuitamente la nostra guida

Capisco benissimo che non sia semplice cercare e acquistare un immobile lontano da dove vivi e, come avrai capito, spesso il 90% degli Agenti Immobiliari non ti dirà mai tutta la verità, nascosta dietro l’acquisto di una proprietà.

Clicca sull’immagine dell’E-book e scarica Gratuitamente la tua Guida.

WATCH THE VIDEO!

Scarica il TUO omaggio!

Follow our Social Networks

Sign up to our  Newsletter

YOU'LL GET FREE ACCESS TO:

  • Our advices
  • Exclusive Material Videos and Ebooks
  • Previews of our content

Search in the Blog:

Recent Posts